2014

Inondo i miei quadri di acqua

Intervengo sul supporto adagiato su un piano orizzontale. Aggiungo colore ed acqua in quantità. Questo richiede il direzionare continuamente la tela per controllare i movimenti dell’acqua che scivola e che a volte impone le sue dinamiche. Racconto lo spazio che occupiamo, ma anche i luoghi che si perderanno o si sono ormai persi: luoghi dell’infanzia, di provenienza o luoghi che avrebbero potuto essere. In alcune produzioni ho cominciato ad usare, non in modo esclusivo, tele senza telaio, adagiate sempre su un piano orizzontale e bagnate prima di iniziare il lavoro, in altre preparo il supporto con del gesso acrilico.

Works on canvas 2014